twitter

Anche i brand amano FaceApp

web-digital-faceapp-kfc

Visto il successo di FaceApp è chiaro che anche i brand ne abbiano approfittato per le loro campagne social, no? Ecco le idee di KFC, Coca-Cola, Mercedez-Benz e Lego.
Una menzione speciale per Greenpeace, che ha pubblicato su Instagram tre immagini del pianeta terra invecchiato (uno, due, tre), grazie all’ipotetica applicazione EarthApp.

Fonte

I pesci d’aprile 2019 dei brand

mcdonalds-april-fools-2019

Come ogni anno ecco una carrellata dei migliori pesci d’aprile dei brand: McDonald’s crea le salse ai gusti milkshake per inzuppare patatine e crocchette e McDonald’s India promette su Facebook un panino che si illumina al buio; la BBC presenta la nuova funzione Skip the Sex, per evitare le scene di sesso nei film in situazioni imbarazzanti; il marchio Kingfisher inventa la birra solubile; Honda propone il clacson gentileT-Mobile lancia la cabina telefonica per parlare allo smartphone in tutta tranquillità; Virgin ti consegna il pranzo a domicilio con un volo internazionale; Tinder presenta una nuova funzione per verificare l’altezza dichiarata nel profilo; Emirates annuncia su Twitter i primi voli senza pilota; la catena di ristoranti Subway ha creato una nuova fragranza, al profumo di pane appena sfornato; Starbucks apre i nuovi concept store dedicati ai cani, Groupon regala NapDesk 2000, una nuova postazione per fare un pisolino davanti al pc; Expedia offre i primi voli su Marte; l’organizzazione del torneo di tennis US Open affiancherà i cani al team dei raccattapalle; Garfield augura a tutti buon lunedìGoogle infine ti permette di giocare a Snake su Maps! Se non ne avete abbastanza qui trovate anche gli scherzi di Durex, Pornhub, Lego, Jägermeister e altri!

Fonte1Fonte2

Come sfruttare l’uovo di Instagram

web-uovo-esselunga

Nell’era dei social accade anche questo: che la foto di un uovo (sul profilo World Record Egg) diventi il post con più like su Instagram (parliamo di 48 milioni di cuoricini), battendo il precedente record di Kylie Jenner. E che furbescamente molti brand ne approfittino per far parlare di sé.
Tra gli esempi da citare c’è prima di tutti Esselunga, con l’uovo in camicia! A seguire: Tarte Cosmetics, che propone una crema per le macchie della pelle; lo scrittore George R. R. Martin, autore di A Game of Thrones, che di uova sembra intendersene; l’associazione no profit Red, secondo cui se un uovo è riuscito ad avere questo successo tutto è possibile, anche la sconfitta dell’AIDS; Miley Cyrus, che in un tweet ha cambiato il titolo del suo singolo da Nothing breaks like a heart a Nothing breaks like an egg; il cane Doug The Pug, che non riesce a capacitarsi. Il marchio Uber Eats India poi è riuscito ad unire gli hashtag #worldrecordegg e #10yearschallenge, chapeau!

2017: un anno di Google, Youtube, Spotify, Instagram

Mai come quest’anno ci siamo fatti tante domande, dice Google. La parola più cercata nel mondo è uragano Irma, seguita da iPhone 8 e iPhone X. In Italia invece la top 5 è: Nadia Toffa, Hotel Rigopiano, Italia-Svezia, Sanremo e Terremoto. Niente che riporti ad un avvenimento positivo insomma, se si esclude (forse) la competizione canora. Qui potete dare un’occhiata a tutte le classifiche, divertitevi.
Qui sotto invece il classico Rewind di Youtube, per la gioia di chi pensava di essersi ormai liberato di Despacito. Facebook, dal canto suo, dà la possibilità agli utenti di vedere il proprio Year in Review (qui), esattamente come Spotify (qui la classifica personale e qui quelle delle canzoni più ascoltate nel mondo). E il tweet più retwittato? Quello di Carter Wilkerson, un ragazzo americano che ha chiesto ad una catena di fast food crocchette di pollo gratis (qui un articolo riguardo i top trends di Twitter). Infine, se ancora avete le forze,  i post e gli hashtag più popolari di Instagram, qui.

Swisscom: Mountain Art in St. Moritz

Date un’occhiata al gigantesco ambient realizzato da Swisscom sulle montagne svizzere di St. Moritz: i tweet dei fan sono stati scritti sulla neve per incoraggiare gli atleti del FIS Alpine World Ski Championships 2017.
Non ricordano gli snow drawing di Sonja HinrichsenSimon Beck?

Fonte

McDonald’s e il distributore di hamburger

Vorreste qualcosa di ancora più veloce di un fast food? Beh, ci ha pensato McDonald’s, naturalmente, con questo ambient. Ecco qui il distributore automatico di hamburger, testato in quel di Boston solo per poche ore il mese scorso, nei pressi di un punto vendita della nota catena.
Più che dalla velocità è probabile però che la folla sia stata attirata dall’idea di un panino gratuito. In cambio il colosso americano chiedeva solo un messaggio pubblicitario pubblicato sull’account twitter dei propri clienti.

Fonte