spot TV

Helfende Hand Awards: Animations

Ci sono gli Oscar del cinema che premiano gli attori di Hollywoood… e poi ci sono progetti nati per premiare i migliori volontari che si spendono ogni giorno per aiutare milioni di persone. Come gli Helfende Hand Awards che ogni anno si tengono in Germania, organizzati dal ministero dell’interno.
Godetevi questo bellissimo video animato firmato SEHSUCHT e Serviceplan Berlin che presenta i premi di quest’anno. E gli altri video, compreso il making of, che trovate qui.

fonte

The Simpsons 600th episode

Ecco lo spot, firmato We Are Royale, dedicato all’episodio numero 600 dei Simpson (La paura fa novanta XXVII), per il quale è stata organizzata anche una maratona tv lunga 13 giorni: 600 puntate non stop in onda sul canale FXX. E per la gag del divano è stata ideata un’animazione in realtà virtuale, da vedere con gli occhiali VR (eccola).

Fonte

Lo studio Buck per Sherwin-Williams, di nuovo!

Si devono essere trovati bene lo studio Buck e il marchio di vernici Sherwin-Williams a lavorare insieme, non trovate? Perché dopo gli spot Bees, Paint Chips, Daybreak, River, Migration, Colors in Motion e Color Travels (che abbiamo visto qui), KaleidoscopeAdventure e Roller Coaster, hanno realizzato anche un nuovo capitolo: questo è Safari.

Fonte

Piper: un corto da Oscar

Ecco il trailer di Piper, lo short film di 6 minuti della Pixar vincitore dell’Oscar 2017 per il miglior cortometraggio. È la storia di un delizioso uccellino (un gambecchio) che scopre il mondo per la prima volta e che impara a non arrendersi.
Questo l’elenco degli altri corti nominati: Blind Vaysha, Borrowed Time, Pear Cider and Cigarettes, Pearl. Qui invece la lista delle nominations per il miglior film d’animazione: Kubo and the Two Strings (bellissimo, ne parlammo qui), Moana, My Life as a Zucchini, The Red Turtle, Zootopia (il vincitore).

Fonte

Il San Valentino di Burger King e Levi’s

Curiosi di vedere le idee di San Valentino di quest’anno? Iniziamo con Burger King, che ha ideato il bicchiere degli innamorati. Di che si tratta? Guardate il video, è più semplice di quel che pensate!
Levi’s invece ha puntato su un lungo spot che racconta l’amore ai tempi dello smartphone e ci invita a guardarci di nuovo negli occhi. Molto carina anche la pubblicità di Take Note, una cartoleria di Toronto: la trovate qui. Di tutt’altro genere infine il billboard di Blush (eccolo): un augurio a doppia lettura senza peli sulla lingua, dedicato a chi ama e a chi non ama questa festa.

Fonte1Fonte2Fonte3

Honda e i cliché del Super Bowl

L’unione dei rivenditori Honda del Sud California vorrebbe tanto pubblicizzarsi al Super Bowl di domenica prossima, ma, ahimé, non ha i 5 milioni di dollari necessari per uno spot!
Quindi ha pensato bene di far parlare di sé prendendosi gioco di tutti quei brand che possono permettersi quei 30 secondi, scommettendo sugli inevitabili cliché che il pubblico saprà riconoscere nei vari commercial. Un neonato o un animale parlante, ad esempio, varranno 1.000 dollari, un hipster 5.000 $, una celebrity 500 $, un cucciolo 20.000 $ e un’esplosione o un’emoticon 10.000 $. E i soldi saranno devoluti all’associazione Boys & Girls Clubs.

print-dove-alternative-facts-trump

Fonte