emozionante

Il Grand Canyon e il Pianeta Blu

Rifatevi gli occhi con questi due video dedicati alla strabiliante bellezza del pianeta Terra. Il primo ci porta nelle profondità marine, accompagnati dalla voce del noto naturalista Sir David Attenborough ed è il capitolo due della serie britannica The Blue Planet.
Il secondo ci mostra invece l’affascinante fenomeno atmosferico dell’inversione termica nel bellissimo scenario del Grand Canyon, in un time-lapse di Harun Mehmedinovic.

Fonte1Fonte2

Annunci

Alike: animated short film

Alike è il cortometraggio in cui certamente un po’ tutti si ritroveranno. Perché le regole sociali influiscono su ciascuno di noi. C’è poi chi si lascia imbrigliare e chi decide di vivere a modo proprio. Date uno sguardo alla bellissima animazione ad opera di Daniel Martínez Lara e Rafa Cano Méndez.

Fonte

Getty Images: omaggio a David Bowie

web-getty-images-david-bowie

A volte non servono tante parole. Basta un’immagine. O tante piccole immagini se si parla di un uomo ormai leggendario. Ecco l’omaggio del sito web Getty Images a David Bowie.
Adweek invece ci propone una carrellata di spot a cui il grande musicista negli anni ha preso parte, da Louis Vuitton a Pepsi: eccoli.

Fonte

#NONSOLOMIOFIGLIO: Una campagna per aiutare i bambini maltrattati.

I figli dei personaggi famosi scatenano l’attenzione dei media e di millioni di fan. Nel frattempo, migliaia di bambini maltrattati crescono nell’indifferenza di tutti, purtroppo non solo dei media. 

Oggi, Giornata Mondiale dei Diritti dei Bambini, CAF Onlus ha svelato un’operazione social per invertire la tendenza.

Tutto è iniziato ieri, quando Alessia Marcuzzi, Nicoletta Romanoff e altri vip con figli piccoli e molto richiesti dai media, hanno postato sui social una foto con un altro bambino anziché con loro figlio, accendendo la curiosità dei fan. Oggi è stata svelata l’operazione, grazie all’hashtag #nonsolomiofiglio e al sito nonsolomiofiglio.org, i VIP ci hanno detto che “Non dev’essere mio figlio per meritare la vostra attenzione”.

Parigi: la solidarietà del web

web-youtube-paris

Non poteva mancare anche la risposta del web dopo ciò che è accaduto a Parigi: Youtube e Twitter hanno inserito la bandiera francese nel loro logo e Google ha aggiunto un nastro nero nella sua Homepage, oltre a comunicare che le chiamate tramite Hangouts verso la Francia saranno gratuite nei prossimi giorni (cosa che tra l’altro ha fatto anche Skype).
Non mancano gli attestati di solidarietà anche da parte di altri marchi come Amazon, che mostra la fotografia di una bandiera nella Home, e Facebook, che ha aggiunto un filtro che ogni utente può sovrapporre alla foto del profilo. Da citare anche il simbolo ideato dal graphic designer Jean Jullien. Trovate tutte le immagini a riguardo qui.

web-google-paris

Fonte