app

Samsung: Safety screen app

Quante volte vostra madre vi avrà detto, da piccoli, di non stare così vicini al televisore? Beh, i tempi sono cambiati e adesso i genitori si devono preoccupare di tenere i propri figli abbastanza lontani dallo schermo di computersmartphone e tablet.
Perché metà della popolazione mondiale potrebbe avere presto bisogno di occhiali a causa del progresso tecnologico. E la Samsung allora ha inventato… la app educativa! Si chiama Safety Screen e basandosi sul riconoscimento facciale calcola automaticamente la giusta distanza tra spettatore e display. Bella idea.

Fonte

National Geographic: Swap Prejudice

print-national-geographic-swap-face

Quanto vi siete divertiti col vostro smartphone a scambiare la vostra faccia con quella dei vostri amici? National Geographic adesso ci propone di cambiare anche i nostri pregiudizi, con questa print campaign che prende in prestito l’idea di app popolarissime come Swap Face Live. Qui gli altri poster.

Fonte

Apple e WWF per l’Earth Day 2016

digital-apple-wwf-earth-day-2016

Ecco che arriva anche quest’anno la Giornata della Terra, in programma il prossimo 22 aprile. E per sensibilizzare gli smanettoni dello smartphone la Apple e il WWF hanno messo a disposizione fino al 24 aprile una serie di 27 applicazioni a tema, le Apps for Earth, i cui proventi andranno interamente all’associazione ambientalista.
Ci sono giochi come Angry Bird 2 con nuovi livelli marini, Star Wars Galaxy of HeroesCandy Crush Soda SagaTrivia Crack con nuove domande, ma anche l’app interattiva a 360 gradi WWF Together e l’app di messaggistica Line con nuovi stickers sull’ecologia.

Snickers: Don’t app when you’re hungry

Non sei tu quando hai fame. Così anche all’utente mobile più esperto può capitare di scaricare app assurde come quella per rendere istantaneamente water-proof il proprio smartphone, o quella per controllare che il telefono sia acceso, o ancora quella per scaricare 1000 suonerie mute.
Può sembrare strano che 1566 persone ci siano cascate. Ma evidentemente erano tutte molto affamate (e hanno quindi ottenuto uno Snickers gratis).

Fonte

Ruzzle: vuoi giocare con Babbo Natale?

digital-ruzzle-babbo-natale

Vi piacerebbe fare una partita a Ruzzle… sfidando Babbo Natale? Come già è successo l’anno scorso anche per queste festività Santa Claus si mette in gioco, ed è proprio il caso di dirlo!
Simpatica e originale la trovata di Mag Interactive per gli users di una delle app più popolari del mondo digitale. E speriamo non si sia allenato troppo!

Make up Genius App by L’Oréal Paris

Questa rivoluzionaria app mi era scappata: si chiama Make up Genius ed è stata ideata tempo fa da L’Oréal Paris per permettere alle donne di scegliere colori e prodotti prima dell’acquisto, provandoli virtualmente attraverso la realtà aumentata sul proprio smartphone! Un’idea simile a quella delle scarpe Goertz e dei negozi Topshop.

Fonte

Primus beer: the Bar-tinder!

Nell’era del digitale, dominata dai social networks e dalle app più svariate… c’è anche chi va controcorrente. Chi pensa ad esempio che per conoscere una ragazza non serva un profilo su Tinder.
Basta tirare fuori le palle e comportarsi da veri uomini, ovvero andare al bar, avvicinarsi ad una fanciulla e attaccare bottone. Niente di più semplice. Seguite il consiglio della birra Primus, che vi incoraggia offrendovi un paio di bottiglie da condividere con la fortunata. Bella idea, che ricorda un po’ la print campaign di Heineken.

Fonte

Love translator: l’app che aiuta gli uomini a capire le donne

Il mondo maschile e quello femminile sono davvero così lontani? Grazie a questa app possiamo scoprirlo.
Love translator
permette di tradurre il linguaggio femminile in termini comprensibili ai maschietti, facendo leva sull’ironia intrinseca dei luoghi comuni più radicati.
L’app è in realtà una Digital activation lanciata da Mukhi Sisters, gioielleria libanese, e ha portato a un aumento del 300% delle vendite del brand nel periodo di San Valentino.