Digital

Il giorno in cui Shazam dimenticò tutto

Dopo il chatbot per aiutare i malati di Alzheimer eccoci qui a parlare della bella idea di digital marketing di Shazam e dell’associazione Alzheimer’s Research UK per sensibilizzare i più giovani sullo stesso argomento.
Cosa  fareste se la popolare app, usata da milioni di persone per ricordare il titolo di una canzone, all’improvviso perdesse la memoria? Del tipo: “Umm, aspetta, questa la sapevo…”!

Fonte

Peta: Animals for the Ethical Treatment of People

E se ribaltassimo la prospettiva? Date un’occhiata a quello che probabilmente è l’unico spot della PETA che finora sono riuscita a guardare senza mani davanti agli occhi: niente crudeltà spiattellate in faccia allo spettatore, solo due simpatici animali, una mucca e un’oca, che si schierano a favore del trattamento etico degli umani.
Avete capito bene, perché questa è l’idea dell’associazione animalista: fare parlare loro, per farci capire ancora una volta che l’animale più crudele è sicuramente l’uomo. Perché loro non farebbero mai niente del genere. E a completate la campagna anche un perfetto sito web a tema, quello dell’AETP! Ecco il link.

Fonte

Lo spot di Chat Yourself, contro l’Alzheimer

Chattare con se stessi, che ci crediate o no, può essere utile per qualcuno. Molto utile. Per i malati di Alzheimer, ad esempio. Date un’occhiata allo spot di Chat Yourself, il progetto ideato dell’agenzia Young & Rubicam e da Italia Longeva (qui la versione italiana).
Si tratta di un chatbot, creato dallo studio nextopera, che funziona da assistente virtuale, per ricordare all’utente tutte le informazioni di cui può avere bisogno durante la sua giornata. Fantastica idea, non trovate? Ecco la pagina Facebook.

I pesci d’aprile 2017 dei brand!

Dopo l’idea di Google Maps, ecco gli altri scherzi di oggi. Iniziamo con quelli made in UK: si va dalla moneta da 99 pence (contro le tanto odiate monetine di rame), alla carrozza del treno di 3° classe con solo posti in piedi, fino al servizio di cremazione a domicilio, per non parlare del finto matrimonio del principe Harry a Las Vegas.
Da segnalare poi anche la nuova versione di Amazon Echo (il dispositivo che funziona da assistente personale) dedicata ai nostri animali domestici, il dentifricio improbabile di Burger King e i terribili gusti di gelato di Subway (polpetta, pollo e tonno), la sauna aromatizzata al gin di Groupon, l’orologio di peli di cane e il fantastico letto eiettabile per i pigri. Date un’occhiata qui e qui: ci sono anche BMW, Honda, Ikea, Lexus e molti altri.

Fonte1Fonte2