Intervista a Vincent Bal

vincent-bal-shadowology-thief

Che sia una persona con senso dell’umorismo lo si capisce subito leggendo la biografia sul suo sito, dove esordisce scrivendo: “Come molte altre persone sono nato (evviva), sfortunatamente morirò anche, ma hei, pensiamo positivo.”. Da lì in poi il racconto della sua vita vi stupirà. Perché scoprirete che l’illustratore che probabilmente conoscete per il fortunato progetto Shadowology, che ha ricevuto molto successo online e non solo, in realtà è un navigato regista, che ha diretto film pluripremiati, cortometraggi, spot e persino una serie animata (tratta da uno dei libri che ha scritto e illustrato). Le sue illustrazioni insomma non sono il suo unico amore, tanto che lui ci scherza persino su, dicendo: “Se lo metti in una cornice, è arte!”. Date un’occhiata al suo Instagram e Etsy.
Ciao Vincent. Ho letto nella tua biografia che hai diretto diversi film, corti e spot. Ma hai anche scritto e illustrato alcuni libri e sei il creatore del progetto Shadowology. Qual è il tuo primo amore, tra la regia e l’illustrazione?
La risposta è che semplicemente mi piace fare. Che sia un film, o un libro, o uno spot. Mi diverto nel creare qualcosa. Ma il disegno è qualcosa che faccio da quando ero molto piccolo, quindi in un certo senso è il mio primo amore. Quello che invece mi attrae dei film è che puoi combinare così tante diverse discipline. La recitazione, lo storytelling, la fotografia, la musica… Dall’altro lato però ci vuole molto tempo per riuscire a finanziare un film, ed è un impegno molto complesso. Quando faccio i miei disegni con le ombre sono io l’intera squadra, e l’intero processo produttivo, dall’idea al pubblico, può durare solamente una mezz’ora, adoro questo aspetto. Inoltre, anche questo comprende storytelling, recitazione (nel disegno) e ovviamente fotografia. 🙂 È bello avere entrambe le cose.
Come nasce un disegno di Shadowology? Passi il tuo tempo cercando oggetti con una “buona” ombra oppure l’idea ti viene in mente all’improvviso?
Parto sempre con un oggetto che mi sembra interessante. Poi lo posiziono davanti alla luce e provo a giocare con le ombre fino a che riconosco una forma. Bisogna tenere la mente molto aperta per fare questo. Non funziona quando sono stressato o quando voglio forzare le ombre a prendere una certa forma. È davvero sorprendente vedere che grande differenza possono fare i piccoli dettagli se illuminati. È impossibile prevedere cosa ne varrà fuori. In estate mi piace lavorare con la luce solare, perché le ombre sono così nette e la luce è così bella. Ma devo lavorare molto velocemente, perché il sole si sposta e le ombre cambiano in continuazione. E poi ci sono le nuvole. Odio le nuvole mentre sto disegnando.  🙂 Probabilmente le cose che vedo nelle ombre hanno qualcosa a che fare con quello che ho visto nel mio recente passato, o cose che sono nel mio subconscio, funziona un po’ come un test di Rorschach.
Dove prendi l’ispirazione? O chi ti ha inspirato? Fammi qualche nome di artisti, registi, musicisti che ti piacciono.
Ci sono così tante persone che ammiro… Amo autori di fumetti come Franquin, Sempé, Daniel Clowes, Crumb, Morris, Seth, Christophe Blain, Trondheim, Bill Waterson, Hanco Kolk, Yves Chaland… registi come Billy Wilder, Tati, The Coen brothers, Kubrick, Lubitsch, Wes Anderson, Van Dormael, Melville, Fellini… artisti come Rik Wouters, Spilliaert, Velazquez, Matisse, Renoir, Bill Viola, Klimt, Dufy, Hopper, Van Gogh (che ha un bellissimo nome)… fotografi come Weegee, Saul Leiter, Van der Elsken, Brassai, Robert Frank, Gruyaert… compositori e musicisti come Chet Baker, The Ink spots, Prince, James Brown, The Beatles, The White Stripes, Duke Ellington, Serge Gainsbourg… Amo quando mi sento ispirato o commosso da un’opera d’arte.
Cosa vedi nel tuo futuro? Regia, illustrazione, magari animazione, pittura, recitazione, ricamo artistico o che altro? 🙂
Non ho idea di cosa porterà il futuro. Se qualcuno mi avesse detto due anni fa che così tante persone avrebbero apprezzato i miei disegni gli avrei dato del pazzo. È stata una bella sorpresa per me. Sto portando avanti alcuni film, un film per le famiglie, un progetto di animazione e un film noir. Quindi spero che nel 2019 produrrò uno di questi. Inoltre spero di continuare con i miei disegni e magari realizzare in questo modo la copertina di un album musicale o di una rivista. Sarebbe forte. L’anno scorso ho pubblicato un libro con i miei disegni qui in Belgio e mi piacerebbe vederlo pubblicato anche in altri paesi. Chi lo sa?
L’ultima domanda è quella che non ti hanno mai fatto ma che ti piacerebbe ti facessero. Qual è? E grazie per il tuo tempo.
Questa è difficile. Sul mio sito le persone possono mandarmi un messaggio, ma solo se rispondono ad una domanda, che è: “Qual è il tuo dolce preferito?”. Non puoi mandare un messaggio se lasci quel campo vuoto. Questo dice molto delle persone, ho scoperto. I miei tre preferiti al momento sono (in ordine sparso!): crêpe suzette, zabaione e île flottante. Anche la pavlova e la dame blanche sono tra i miei preferiti.
English version here

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...