Banksy: quando l’arte viene coperta

inspiration-banksy-france-street-art-censored

A Londra l’ultimo murale di Banksy (un graffiti che, richiamando la Cosette dei Miserabili, prende posizione contro il trattamento riservato dalla polizia francese ai migranti accampati a Calais, con tanto di codice QR)… è stato rapidamente coperto con pannelli di legno. A Roma le statue dei Musei Capitolini… altrettanto.
L’artista inglese nei giorni precedenti aveva regalato ai profughi della Jungle un’altra sua opera raffigurante Steve Jobs, in quanto figlio di un rifugiato siriano. Per quanto riguarda il pasticcio italiano invece consoliamoci con la reazione degli utenti sul web, che non hanno perso l’occasione di riderci sopra.

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...