Amnesty International – Le promesse non nutrono

Mentre qualcuno considera il cibo qualcosa di garantito, altri non hanno quasi niente da mangiare. Questo il messaggio che, con questo guerrilla,  Amnesty International vuole mandare ai cosiddetti “paesi sviluppati”, a chi ogni giorno si può semplicemente recare dietro l’angolo per avere un panino.
Nel 2000 i leaders mondiali si sono posti l’obiettivo di risolvere il problema della fame nel mondo entro il 2015. Dieci anni dopo il risultato da ottenere appare ancora molto lontano.
Amnesty ha organizzato in Ungheria alcune azioni di guerrilla per sensibilizzare la popolazione e per raccogliere firme da mandare ai capi di governo, in modo da ricordare loro che le promesse, da sole, non servono per nutrire chi muore di fame.
Sono stati distribuiti ad alcuni ristoratori dei piatti con scritto “Blah blah blah”. Solo una volta consumato il pranzo i clienti hanno potuto leggere, a pancia piena, il triste messaggio “Mentre tu hai finito il tuo pasto 963 milioni di persone devono sopravvivere con  promesse vuote”.
Ottima l’idea di colpire le persone proprio nello stesso ambito.

fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.